decreto-rilancio-testo-definitivo-conversione-credto-d'imposta-esteso-a-lazio-marche-umbria

Decreto Rilancio: il Testo Definitivo della Conversione in Gazzetta Ufficiale

DL Rilancio: Innalzate le Aliquote per il Credito d’Imposta per Lazio, Marche e Umbria. Incrementata la soglia per le detrazioni fiscali degli investimenti in Startup e PMI.

Ufficialmente approvato e pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 18 Luglio il testo definitivo di conversione del decreto legislativo c.d. Decreto Rilancio. Il disegno di legge era stato precedentemente trasmesso dalla Camera dei Deputati alla Presidenza il 9 Luglio. La nuova versione introduce importanti novità a sostegno dell’economia reale del Paese, aumentando le agevolazioni per startup e PMI e inserendo provvedimenti ad-hoc per l’industria tessile e creativa.

Tra le novità di rilievo troviamo:

  • L‘innalzamento della soglia per la detrazione al 50% degli investimenti di persone fisiche in Startup e PMI Innovative;
  • L’estensione dell’innalzamento delle aliquote del Credito d’Imposta Ricerca, Sviluppo, Innovazione e Design alle regioni Lazio, Marche e Umbria.
  • Lo stanziamento di 50 Milioni di Euro per finanziare progetti nell’industria del tessile, della moda e degli accessori di cui 5 Milioni a fondo perduto.

Ecco i dettagli.

Investimenti in Startup e PMI Innovative: innalzata la soglia di detrazione

La conversione del Decreto Rilancio introduce una novità importante sul fronte degli investimenti di persone fisiche in Startup e PMI. Nello specifico, la soglia per la detrazione al 50% degli investimenti in Startup e PMI Innovative si innalza da 100.000 euro a 300.000 euro all’anno.

In questo modo vengono incentivate tre diverse classi di investitori:

  • Privati che hanno un motivo in più per investire sia in Startup che PMI;
  • I così detti Business Angels e Friends&Family per i quali la nuova soglia risulta sufficientemente alta sia per investire in aziende di piccole dimensioni che in aziende più grandi;
  • E infine i piccoli investitori su Piattaforme di Equity Crowdfunding, soggetti che solitamente investono meno di 300.000 euro all’anno.

Credito d’Imposta: Lazio, Marche e Umbria

Con le nuove modifiche, l’innalzamento delle aliquote del Credito d’Imposta Ricerca, Sviluppo, Innovazione e Design viene esteso anche alle regioni colpite da eventi sismici degli anni 2016 e 2017. Oltre alle regioni del Mezzogiorno quindi, avranno accesso ad un tasso di agevolazione più alto anche le regioni Lazio, Marche ed Umbria.

Tutte le imprese operanti e ubicate nelle suddette aree potranno quindi beneficiare di un ulteriore vantaggio su questa agevolazione fiscale.

Il tasso stabilito dal Decreto Rilancio è variabile in base alla dimensione e al fatturato dell’azienda. Vediamo nel dettaglio gli incrementi implementati sulle aliquote:

  • Passa dal 12 al 25 per cento l’aliquota per le Grandi Imprese che occupano almeno duecentocinquanta persone, con un fatturato annuo almeno pari a 50 milioni di euro oppure il cui totale di bilancio è almeno pari a 43 milioni di euro.
  • Incrementato dal 12 al 35 per cento il tasso per le Medie Imprese che occupano almeno cinquanta persone e realizzano un fatturato annuo di almeno 10 milioni di euro.
  • Infine, si alza dal 12 al 45 per cento per le Piccole Imprese che occupano meno di cinquanta persone e realizzano un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 10 milioni di euro.

La legge di conversione va a favorire le piccole e medie imprese. Si pensi infatti alle imprese piccole il cui tasso di agevolazione passa dal 12% al 45% e alle medie che passano dal 12% al 35%. Un incremento importante che contribuisce in maniera decisiva agli investimenti in R&S anche per piccole realtà, comprese le Startup innovative.

Credito d’Imposta: Penalizzato il Nord Italia

Alla luce della situazione pandemica che ha colpito in maniera disomogenea il Paese sarebbe forse corretto estendere tale emendamento a tutta l’Italia (e non solo al Centro-Sud), proprio per il suo enorme potenziale.

Rimangono infatti ingiustamente escluse e penalizzate le imprese del Nord Italia. In particolar modo le Startup Innovative che fanno R&S allo stesso modo e con gli stessi meriti delle imprese del Centro-Sud che invece hanno l’agevolazione quadruplicata. Per le Startup innovative di tutta Italia, avere la possibilità di accedere ad un tasso di agevolazione più alto significa poter far fronte in maniera più solida alla rischiosità dei settori in cui esse tipicamente operano.

Industria Tessile: 50 Milioni stanziati

Si introducono nel testo di conversione del DL Rilancio anche due importanti misure a sostegno dell’industria del tessile, della moda e degli accessori.

Sono stati stanziati per l’anno 2020 5 Milioni di Euro a fondo perduto per finanziare fino al 50% delle spese su progetti di creatività e design.  

Per far fronte alla problematica dell’invenduto, sono stati messi a disposizione altri 45 Milioni di Euro di Credito d’Imposta per coprire il 30% del valore delle rimanenze finali di magazzino eccedente la media dei tre periodi d’imposta precedenti.

Scarica qui il Testo Definitivo del Decreto Rilancio in PDF

Link Utili

Blue Ocean Finance Logo
Largo della Fontanella di Borghese, 19 - 00186 Roma
P.IVA 14762361005
Cap. Sociale € 50.000