legge di bilancio 2021

Approvata alla Camera la Nuova Legge di Bilancio 2021: Le Novità per le Imprese

Legge di Bilancio 2021: Cosa Cambia per le Imprese

Approvata ieri – 27 Dicembre – alla Camera la nuova Legge di Bilancio 2021. Ora l’iter continua in Senato per il via libera definitivo.

Numerosi gli interventi previsti a sostegno dell’imprenditoria: spiccano due nuovi fondi dedicati all’imprenditoria femminile e creativa, l’incremento delle aliquote e dei massimali di spesa per il credito d’imposta e le misure a sostegno della liquidità delle imprese.

Vediamo nel dettaglio tutte le novità.

Contenuti

AGEVOLAZIONI PER LE IMPRESE

Nuova Sabatini: Integrazione di 370 Milioni

La “Nuova Sabatini” è l’agevolazione che permette alle imprese di ottenere un significativo beneficio fiscale per investimenti in beni strumentali nuovi – macchinari, attrezzature, impianti, software e tecnologie digitali – funzionali all’attività d’impresa.

Novità: Con la nuova legge di bilancio 2021, il contributo viene integrato con € 370 Milioni ed erogato in un’unica soluzione senza il limite dei € 200.000 per singolo bene.

Imprenditoria Femminile: 20 Milioni per il 2021

La legge di Bilancio 2021 istituisce presso il MISE, il “Fondo a Sostegno dell’Imprenditoria Femminile“, stanziando € 20 Milioni per il 2021 e € 20 Milioni per il 2022.

Tali fondi supporteranno l’avvio di attività a compagine femminile – sopratutto in ambiti altamente tecnologici -, programmi di diffusione della cultura imprenditoriale tra la popolazione femminile e programmi di formazione. L’erogazione di questi contributi – a cura del MISE – potrà avvenire attraverso:

  • Finanziamenti a fondo perduto e tasso zero;
  • Voucher di assistenza tecnico-gestionale, per attività di marketing e di comunicazione;
  • Investimenti nel capitale, anche tramite Strumenti Finanziari Partecipativi a favore di startup innovative e PMI innovative

Imprese Creative: 20 Milioni per il 2021

Viene istituito presso il MISE il “Fondo PMI Creative” con una dotazione di € 20 Milioni per ciascuno degli anni 2021 e 2022. Tali fondi saranno volti a promuovere nuova imprenditorialità e lo sviluppo di imprese del settore, nonché la collaborazione con altri settori produttivi, Università ed enti di ricerca.

L’erogazione di questi contributi – a cura del MISE – potrà avvenire attraverso:

  • Finanziamenti a fondo perduto e tasso zero;Voucher a favore di servizi con università;
  • Voucher da destinare all’acquisto di servizi prestati da imprese creative;
  • Investimenti nel capitale, anche tramite Strumenti Finanziari Partecipativi a favore di startup innovative e PMI innovative

Imprenditoria Agricola e Ittica: 150 Milioni per il 2021

Viene istituito il “Fondo per lo sviluppo ed il sostegno delle filiere agricole, della pesca e dell’acquacoltura“, con una dotazione pari a 150 milioni di euro per l’anno 2021.

Settore Aeronautico e Green Economy: Un Fondo d’Investimento Dedicato

Con l’approvazione della legge di bilancio 2021 viene istituito il MISE il Fondo d’investimento per lo sviluppo delle PMI del settore aeronautico e della green economy. Il fondo prevede:

  • 100 Milioni per il 2021 (50M dedicati al settore aeronautico nazionale)
  • 30 Milioni/anno per il 2022 e 2023
  • 40 Milioni/anno per il 2024-2025-2026

Il fondo finanzierà fusioni, aggregazioni, acquisizioni, riorganizzazioni, ristrutturazioni, rafforzamento del capitale per gli investimenti volti alla transizione tecnologica e alla sostenibilità ecologica ed ambientale dei processi produttivi.

AGEVOLAZIONI PER IL MEZZOGIORNO

Le Novità sul Credito d’Imposta

Con la nuova legge di bilancio 2021 viene prorogato al 31 Dicembre 2022 il credito d’imposta per gli investimenti nel Mezzogiorno.

Prorogato fino al 2022 anche il credito d’imposta per le attività di Ricerca e Sviluppo nelle aree del Mezzogiorno. Per gli anni 2021 e 2022 le aliquote previste per le regioni del Sud verranno incrementate come segue:

  • 45% per piccole imprese
  • 35% per medie imprese
  • 25% per grandi imprese

SOSTEGNO ALLA LIQUIDITÀ DELLE IMPRESE

Garanzia Italia

Al fine di assicurare la necessaria liquidità alle imprese colpite dall’epidemia Covid-19, la legge di bilancio 2021 amplia l’ambito di intervento del sistema di garanzie dello strumento Garanzia Italia, consentendo alle imprese di poter accedere a strumenti alternativi al finanziamento bancario anche per rinegoziare/consolidare indebitamenti esistenti.

Il finanziamento dovrà prevedere l’erogazione di credito aggiuntivo in misura pari ad almeno il 25% dell’importo del finanziamento oggetto di rinegoziazione e a condizione che il rilascio della garanzia sia idoneo a determinare un minor costo e/o una maggior durata del finanziamento rispetto a quello oggetto di rinegoziazione.

Previsto anche l’accesso per le imprese di medie dimensioni allo strumento Garanzia Italia alle medesime condizioni agevolate offerte a tale tipologia di imprese dal Fondo Centrale di garanzia.

Fondo di Garanzia per Piccole e Medie Imprese

La misura viene prorogata fino al 31 Giugno 2021, con i seguenti incrementi nella dotazione:

  • +500 Milioni per il 2022
  • +1.000 Milioni per il 2023
  • +1.500 Milioni per il 2024
  • +1.000 Milioni per il 2025
  • +500 Milioni per il 2026

TRANSIZIONE 4.0

Credito d’Imposta per Beni Strumentali Nuovi

La misura è prorogata per acquisti effettuati entro il 31.12.2022, con consegna entro il 30.06.2023 (acconto entro es. precedente).

Tipologia di investimento:

  • Dal 16 Novembre 2020 al 31 Dicembre 2021 – Beni inseriti nell’Allegato A “Beni materiali tecnologicamente avanzati” spetta un credito del 50% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro e del 30% per la quota eccedente fino a 10 milioni di euro. Tra 10 e 20M pari al 10%. Limite max 20M.
  • Dal 1 Gennaio 2022 al 31 Dicembre 2022 – Beni inseriti nell’Allegato A “Beni materiali tecnologicamente avanzatispetta un credito del 40% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro e del 20% per la quota eccedente fino a 10 milioni di euro. Tra 10 e 20M pari al 10%. Limite max 20M.
  • Dal 16 Novembre 2020 al 31 Dicembre 2022 – Beni inseriti nell’Allegato B ” Beni strumentali immateriali funzionali ai processi di trasformazione 4.0” spetta un credito del 20% per investimenti fino a massimo 1.000.000 euro.

Per gli investimenti in altri beni strumentali materiali o immateriali (non rientranti nell’allegato) per un investimento massimo rispettivamente di 2 milioni di euro e 1 milione di euro, è previsto un credito pari:

  • 10% – dal 16/11/20 al 31/12/21
  • 6% – dal 1/1/22 al 31/12/22

Credito d’Imposta Ricerca e Sviluppo, Innovazione e Design

La misura è prorogata fino al periodo d’imposta in corso al 31.12.2022.

  • Per il credito “Design” viene inclusa la categoria di spesa delle quote di ammortamento dei software impiegati per la progettazione e la prototipazione;
  • Incremento delle aliquote e dei massimali:
    • R&S: aliquota 20%, massimale 4 Milioni (prima 12% e 3 Milioni);
    • Innovazione tecnologica: aliquota 10%, massimale 2 Milioni (prima 6% e 1,5 Milioni)
    • Innovazione tecnologica 4.0 e transizione ecologica: aliquota 15%, massimale 2 Milioni (prima 10% e 1,5 Milioni)
    • Design e ideazione estetica: aliquota 10%, massimale 2 Milioni (prima 6% e 1,5 Milioni)
  • La relazione tecnica a cura del responsabile di progetto deve essere asseverata.

Credito d’imposta Formazione 4.0

Il Credito d’Imposta Formazione 4.0 viene prorogato fino al periodo d’imposta in corso al 31.12.2022.

Le seguenti modifiche saranno valide dal periodo d’imposta in corso al 31.12.20.

Nuovi costi ammissibili:

  • Costi di esercizio relativi a formatori e partecipanti alla formazione direttamente connessi al progetto di formazione, quali le spese di viaggio, i materiali e le forniture con attinenza diretta al progetto. Sono escluse le spese di alloggio, ad eccezione delle spese di alloggio minime necessarie per i partecipanti che sono lavoratori con disabilità;
  • Costi dei servizi di consulenza connessi al progetto di formazione;
  • Spese di personale relative ai partecipanti alla formazione e le spese generali indirette (spese amministrative, locazione, spese generali) per le ore durante le quali i partecipanti hanno seguito la formazione.

Blue Ocean Finance assiste le imprese nell’ottenimento di finanziamenti e agevolazioni. Lavoriamo completamente a Success Fee. Contattaci per ricevere una consulenza gratuita.

    Blue Ocean Finance Logo
    Largo della Fontanella di Borghese, 19 - 00186 Roma
    P.IVA 14762361005
    Cap. Sociale € 50.000