Accessi preferenziali al credito

Vuoi ottenere maggiore credito dalle banche ma non hai sufficienti garanzie? Un decreto ministeriale pubblicato a inizio 2018 ha riformato le regole su cui si basa l’accesso al Fondo Centrale di Garanzia, vero e proprio sostengo al privato il quale ha la concreta possibilità di ottenere finanziamenti senza garanzie aggiuntive – senza costi di fidejussioni o polizze assicurative – sugli importi garantiti dal Fondo. In pratica le piccole e medie imprese, le startup e gli incubatori certificati non hanno un contributo in denaro, ma un accesso preferenziale alle fonti finanziarie.

A chi si rivolge?

A tutte le piccole e medie imprese che hanno in previsione progetti d’investimento, necessario, però, soddisfare i seguenti requisiti:

  • massimo 250 occupati;
  • fatturato inferiore ai 50 milioni di euro;
  • bilancio inferiore ai 43 milioni di euro.

L’impresa deve essere in grado di rimborsare il finanziamento garantito, perciò deve essere considerata economicamente e finanziariamente sana. Si rivolge anche a startup e incubatori certificati che sono invece valutati sulla base di piani previsionali.

Cosa posso ottenere?

Su tutte le operazioni è concessa la garanzia di un massimo dell’80% del credito erogato dalla banca. L’importo massimo garantito per ogni impreso è di €2.5mln da utilizzare eventualmente attraverso più operazioni fino a concorrenza del tetto stabilito. Il restante 20% tocca al creditore, cioè la banca, che tuttavia resta incentivata a sostenere la startup, tenendo conto che non rischia più l’intera cifra ma soltanto un quinto. L’intervento è totalmente gratuito con priorità nell’istruttoria, le procedure sono snelle e veloci, in poco tempo si riesce ad ottenere la delibera. Per quanto riguarda le imprese la percentuale della garanzia si calcola in base alla tipologia del credito richiesto e dagli ouput della società.

In che modo posso richiedere la garanzia?

L’impresa può accedere al Fondo Centrale di Garanzia attraverso la banca contestualmente alla richiesta del finanziamento, sarà la banca ad occuparsi della domanda. Altrimenti l’impresa si può rivolgere a un Confidi che garantisce l’operazione in prima istanza e richiede la controgaranzia al Fondo. Solo i soggetti elencati nelle Disposizioni operative possono inviare la domanda.

In pochi step, affidandosi a professionisti competenti, è possibile aumentare la possibilità di ottenere finanziamenti dalle banche necessario per la propria impresa, compilando rapidamente e in maniera ottimale i documenti funzionali alla richiesta della garanzia.
In sostanza si parla di un ottimo strumento per le piccole e medie imprese che devono sottostare ai requisiti menzionati in precedenza; eccellente, invece, per le startup le quali saranno valutate solo per i piani previsionali.

Blue Ocean Finance Logo
Largo della Fontanella di Borghese, 19 - 00186 Roma