Finanziamenti a fondo perduto e tasso zero la guida completa

Fondo Perduto e Tasso Zero: La Guida Completa dei Finanziamenti alle Imprese

Tutti i finanziamenti per Startup, Giovani Imprenditori, Imprenditoria Femminile e Imprese del Sud Italia.

Scarica la Guida o Leggi l’Articolo

Fondo Perduto e Tasso Zero: Cosa Sono?

Un finanziamento è definito a fondo perduto quando concesso senza nessun obbligo di restituzione o interessi. Questo tipo di contributi sono spesso erogati da enti ed istituzioni quali l’Unione Europea, lo Stato e le Regioni.

Un finanziamento a tasso zero invece, è un prestito in cui il contraente sarà tenuto a restituire esclusivamente il capitale ricevuto all’ente finanziatore, senza versare alcun interesse (per questo “a tasso zero”).

La Finanza Pubblica

Ma come arrivano questi finanziamenti alle aziende? Attraverso la finanza pubblica. La commissione europea stanzia le risorse finanziarie per gli Stati Membri i quali, a loro volta, gestiscono i fondi e li distribuiscono attraverso interventi diretti o l’emanazione di bandi.

Sono tre i principali fondi indiretti dell’Unione europea: il FESR (Fondo Europeo di Sviluppo Regionale), l’ FSE (il Fondo Sociale Europeo) per il sostegno all’occupazione e l’FC (Fondo di Coesione) a sostegno degli Stati Membri con Reddito Nazionale Lordo inferiore al 90% della media dell’UE.

Tra questi fondi in particolare è il FESR che ha come area di priorità chiave il sostegno alle piccole e medie imprese, oltre che all’economia a basse emissioni di carbonio, all’innovazione e alla ricerca, allo sviluppo digitale e all’economia a basse emissioni di carbonio. Invitalia è l’organo operativo Italiano del FESR, ed è l’ente che solitamente gestisce l’assegnazione dei bandi tramite il Programma Operativo Nazionale Imprese e Competitività (PON).

I finanziamenti a fondo perduto e tasso 0 stanziati e attualmente disponibili sono numerosi, ognuno di essi volto a supportare diversi tipi di imprenditoria. In questa guida illustreremo tutti i principali bandi divisi per categoria di beneficiari:

fondo perduto e tasso zero per startup_smart&start

1 Finanziamenti per Startup: Tasso Zero e Fondo Perduto

1.1 Bando Smart&Start per Startup Innovative| Invitalia

Smart&Start di Invitalia è un finanziamento stanziato a supporto di progetti ad alto contenuto tecnologico e dedicato alle Startup Innovative di tutta Italia. Questo incentivo nasce a tasso zero, tuttavia è possibile ricevere una parte del finanziamento a fondo perduto qualora l’impresa rientri in determinati parametri. Vediamo nel dettaglio.

1.2 Smart&Start: Chi può Ottenerlo?

  • Persone fisiche, a condizione che costituiscano la società entro 45 giorni dall’ammissione all’agevolazione.

1.3 Smart&Start: Quanto Finanzia?

Il bando Smart&Start finanzia progetti da un minimo di 100.000 euro a un massimo di 1.5 Milioni di euro per spese relative a beni di investimento, servizi, personale e per costi di funzionamento aziendale sostenuti da Startup Innovative. Smart&Start finanzia a tasso zero (senza interessi) l’80% delle spese ammissibili.

1.4 Caratteristiche del Progetto: quali sono i costi finanziabili?

Per essere finanziato il progetto deve possedere almeno una delle seguenti caratteristiche:

  • Avere un elevato contenuto tecnologico e innovativo;
  • Essere volto allo sviluppo di prodotti o servizi negli ambiti blockchain, economia digitale, intelligenza artificiale o Internet of Things;
  • Essere finalizzato alla valorizzazione economica di risultati di ricerca pubblica o privata;

Ecco una lista dei costi agevolabili tramite Smart&Start:

Spese del Piano d’Impresa

  • Spese per acquisto di Computer, Smartphone, Tablet e altri tipi di Hardware;
  • Acquisto di brevetti, marchi e licenze da terze parti;
  • Spese di consulenza per sviluppo tecnologico e assistenza continuativa;
  • Servizi di organismi di ricerca, incubazione e accelerazione di ogni tipo;
  • Web marketing  (Fb Ads, LinkedIn, Google Ads). Max 20% del piano di investimenti;
  • Personale dipendente: Es. CTO; data analyst; programmatore IT; graphic designer tech;
  • Collaboratori a qualsiasi titolo aventi i requisiti indicati all’art. 25, comma 2, lettera h), numero 2), del Decreto legge 179/2012;

Costi di Funzionamento Aziendale

Smart&Start copre anche costi operativi fino a un massimo del 20% del piano di investimenti finanziato:

  • Materie prime, materiali di consumo e merci;
  • Spese per servizi non compresi nel piano di investimenti, inclusi quelli di housing e hosting. Es: AWS, Microsoft, Mailup e Adobe;
  • Godimenti di beni terzi. Es: spese di affitto limitatamente al periodo di realizzazione del piano, leasing e affitto di macchinari;
smart&start

Il bando finanzia a tasso zero (senza interessi) l’80% delle spese ammissibili; questa percentuale sale al 90% in caso di Startup costituite da under 36, da sole donne o nel caso in cui un membro della compagine sia un PhD. Il finanziamento è erogato a Stato Avanzamento Lavori (SAL) per un massimo di 5 SAL da presentare in 24 mesi.

Tempistiche di Rimborso:

Il finanziamento va restituito in 10 anni a partire dall’ultimo SAL presentato o al termine dei 24 mesi della durata del piano d’impresa.

Cosa vuol dire:

Se il piano d’impresa prevede spese per 500.000 Euro, Smart&Start erogherà un finanziamento a tasso zero di 400.000 Euro. La restante parte, pari ad € 100.000, dovrà essere coperta da fonti proprie.

Trattandosi di un prestito senza interessi, la startup dovrà ripagare entro i 10 anni seguenti una somma totale di 400.000 Euro, con rate semestrali posticipate.

smart&start

Le startup con sede nelle regioni di convergenza (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, con l’aggiunta recente di Lazio, Marche e Umbria ) possono godere di un contributo a fondo perduto pari al 30% del mutuo e restituire così solo il 70% del finanziamento ricevuto.

Cosa vuol dire:

Se il piano d’impresa prevede spese per 500.000 Euro, Smart&Start erogherà 400.000 Euro di cui 280.000 Euro come prestito a tasso zero e 120.000 Euro a fondo perduto.

La startup dovrà ripagare entro i 10 anni seguenti un totale di 280.000 Euro senza interessi.

1.5 Smart&Start: Pro e Contro

PROCONTRO
Tasso 0, no interessiProcedure burocratiche lunghe (dai 4 ai 6 mesi prima di ricevere la prima erogazione)
Possibile parte a fondo perdutoNon copre tutto il piano d’impresa (80%)
Garanzie personali non richiesteGestione della documentazione contabile complessa
Pre-ammortamento lungoContabilità necessariamente allineata
Ammortamento lungoImportante mole documentale da gestire
No diluizione delle quote
Valido anche per società che non riescono ad accedere a banche o investitori

Guarda il Video di Presentazione del Bando:

fondo perduto e tasso zero per giovani imprenditori e imprenditoria femminile

2 Finanziamenti per Giovani Imprenditori e Imprenditoria Femminile

2.1 Nuove Imprese a Tasso 0 | Invitalia

Nuove Imprese a Tasso 0 è un bando Invitalia che prevede un finanziamento a tasso 0 per progetti di micro o piccole imprese composte in prevalenza (detenzione quote almeno del 51%) da giovani (18-35 anni) o donne di tutte le età.

2.2 Nuove Imprese a Tasso 0: Chi può Ottenerlo?

  • Imprese costituite in forma di società da non più di 12 mesi dalla presentazione della domanda, composte in prevalenza da giovani (18-35 anni) o donne di tutte le età.
  • Imprese costituende a condizione che la società venga costituita entro 45 giorni dall’ammissione all’agevolazione.

2.3 Nuove Imprese a Tasso 0: Quanto Finanzia?

L’agevolazione finanzia progetti con spese fino a 1.5 Milioni di Euro coprendo fino a un massimo del 75% delle spese ammissibili.

2.4 Caratteristiche del Progetto: Quali sono i costi finanziabili?

Sono finanziabili tutti i progetti volti a:

  • Produzione di beni nei settori industria, artigianato e trasformazione dei prodotti agricoli;
  • Fornitura di servizi alle imprese e alle persone;
  • Commercio di beni e servizi;
  • Turismo;

Lista dei costi ammissibili:

  • Acquisto di terreno;
  • Opere Murarie;
  • Acquisto di Impianti, Macchinari e Attrezzature;
  • Acquisto di Brevetti, Marchi e Licenze da terze parti;
  • Servizi ICT;
  • Consulenze;
  • Spese di Formazione;
  • Spese sviluppo software;

Tempistiche per il rimborso:

Per le imprese ammesse al finanziamento è previsto un rimborso agevolato da ripagare entro 8 anni.

Cosa vuol dire:

Se il piano d’impresa prevede spese per 100.000 Euro, Nuove Imprese a Tasso 0 coprirà 75.000 Euro. Tale importo dovrà essere restituito entro 8 anni senza alcun interesse.

2.5 Nuove Imprese a Tasso 0: Pro e Contro

PROCONTRO
Tasso zero, no interessiProcedure burocratiche lunghe (dai 4 ai 6 mesi prima di ricevere la prima erogazione)
Ammortamento lungoNon copre tutto il piano d’impresa (75%)
No diluizione delle quoteGestione della documentazione contabile complessa
Valido anche per società che non riescono ad accedere a banche o investitoriImportante mole documentale da gestire

Guarda il Video di Presentazione di Nuove Imprese a Tasso Zero:

Finanziamenti Sud Italia

3. Finanziamenti a Fondo Perduto per il Sud Italia

3.1 Resto al Sud | Invitalia

Resto al Sud di Invitalia è un finanziamento a copertura totale che prevede il 50% a fondo perduto e il restante 50% a tasso zero. Sostiene le attività imprenditoriali e libero professionali del Sud Italia.

3.2 Resto al Sud: Chi può ottenerlo?

Il bando è valido sia per imprese costituite dopo il 21/06/2017 sia per imprese costituende (entro 60 giorni dall’accettazione della domanda).

Possono beneficiare dell’agevolazione tutti gli under 46 che:

  • Alla presentazione della domanda sono residenti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna, Sicilia o nei comuni compresi nell’area del cratere sismico del Centro Italia (Lazio, Marche Umbria) o che trasferiscono la residenza nelle suddette aree entro 60 giorni dall’accettazione della domanda;
  • Non sono già titolari di altre attività d’impresa in esercizio alla data del 21/06/2017;
  • Non hanno ricevuto altre agevolazioni nazionali per l’autoimprenditorialità nell’ultimo triennio;
  • Non hanno un lavoro a tempo indeterminato e si impegnano a non averlo per tutta la durata del finanziamento;

E anche:

  • I liberi professionisti ( in forma societaria o individuale ) che non risultano titolari di partita IVA nei 12 mesi antecedenti la presentazione della domanda per lo svolgimento di un’attività analoga a quella proposta.

3.3 Resto al Sud: Quanto Finanzia?

  • Per imprese costituite da più soci:

Resto al Sud copre fino al 100% delle spese ammissibili, per un massimo di 50.000 Euro a socio fino a 4 soci (per un totale massimo di 200.000 Euro).

  • Per imprese costituite in forma individuale con un solo soggetto proponente:

Il tetto massimo è di 60.000 Euro

3.4 Caratteristiche del Progetto: Quali sono i costi finanziabili?

  • Costi di ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili;
  • Spese per acquisto di macchinari, impianti e attrezzature nuovi;
  • Acquisto di programmi informatici e servizi per le tecnologie, l’informazione e la telecomunicazione;
  • Acquisto di materie prime, materiali di consumo, utenze, canoni di locazione, canoni di leasing, garanzie assicurative;

Resto al Sud finanzierà il 100% di queste spese con:

  • 50% di contributo a fondo perduto;
  • 50% di finanziamento bancario garantito dal Fondo Centrale di Garanzia per PMI. Interessi completamente coperti da Invitalia.

Cosa vuol dire:

Impresa costituita da 2 soci under 46 residenti nelle regioni agevolate:

Se il piano d’impresa prevede spese per 120.000 Euro, Resto al Sud coprirà 100.000 Euro su tale importo. (un massimo di 50.000 Euro a socio). I soci non hanno nessun obbligo di rimborso di tale cifra.

Impresa costituita in forma individuale:

Se il piano d’impresa prevede spese per 100.000 Euro, Resto al Sud coprirà fino a 60.000 Euro del piano. Su tale importo non c’è obbligo di restituzione.

3.5 Resto al Sud: Pro e Contro

PROCONTRO
Copertura totale del piano (fino a 200.000 Euro)Tetto di finanziamento limitato
Tasso 0 e 50% fondo perdutoImportante mole documentale da gestire
Ammortamento lungoProcedure burocratiche lunghe
Incentivo alla nuova imprenditorialità

Per Ulteriori Informazioni sui Bandi Invitalia

Blue Ocean Finance Logo
Largo della Fontanella di Borghese, 19 - 00186 Roma
P.IVA 14762361005
Cap. Sociale € 50.000